Le Vrilerinnen
A cura di Alessandro Lattanzio, 6/11/2011
La Vril Gesellschaft, nome ufficiale "Alldeutsche Gesellschaft für Metaphysik", venne creata nel 1921, a Vienna, da un gruppo di individualità, che comprendeva il fondatore della geopolitica tedesca Karl Hausofer, dall'asso dell'aviazione Lothar Waiz, il prelato Gernot della "Societas Templi Marcioni", da Adam Alfred Rudolf Glauer (che si faceva chiamare Barone Rudolf Freiherr von Sebottendorff) già noto negli ambienti occultistici germanici quale fondatore della Thule Gesellschaft, e infine da Maria Orsic. Era una loggia coperta formata da medium ed occultisti tedeschi, in contatto con l'Hermetic Order of the Golden Dawn.
Gernot vaticinava, dal 1917, la fine all'Era del Kali Yuga e l'avvento dell'Era dell'Acquario, quando l'Ilu, il raggio divino proveniente dal centro della Galassia, avrebbe raggiunto la Terra, portando all'elevazione spirituale degli esseri umani. Secondo Gernot il raggio divino sarebbe giunto sul massiccio alpino dell'Untersberg, presso Salzburg e Berchtesgaden, dove anni dopo Adolf Hitler avrebbe eretto la residenza estiva.
Contemporaneamente, nel settembre 1917, Sebottendorf si sarebbe incontrato con i membri della società Die Herren vom Schwarzen Stein (DhvSS) (I Signori della Pietra Nera), adoratori di Isais, Dea della Montagna e della Resurrezione. La società avrebbe introdotto il barone ai segreti della Pietra Nera. Proprio la DhvSS sarebbe divenuta, successivamente, l'ordine occulto Schwarze Sonne (Sole Nero), collegato alle SS, e il cui simbolo era posto al centro della Sala delle Riunioni, nel castello delle SS di Wewelsburg.
Scopo della Vril Gesellschaft era studiare l'origine della razza ariana, che veniva fatta risalire ad Atlantide, e recuperare l'energia di cui essa si nutriva, la Vril appunto. Il termine Vril deriverebbe dalla parola accadica VRI-IL (Simili agli Dei). La società credeva anche che la Vril fosse la lingua parlata dagli Atlantidei o Tuleani, gli abitanti di Thule, anzi, i membri della loggia ritenevano che riattivando la Vril, avrebbero fatto emergere i discendenti degli aldebarani, rifugiatisi all'interno della Terra, che per la società occulta, sarebbe una 'Terra Cava'. Inoltre, la Vril Gesellschaft si occupava delle rivelazioni segrete, dell'avvento della Nuova Era, del recupero della lancia del destino (di Longino), della magica pietra nero-violetta, del pugnale in ferro nero dell'antica fede pagana germanica. “La Vril Gesellschaft riteneva che la vera fonte dell'energia fosse il Sole Nero, un'infinita radiazione di energia reale anche se invisibile all'occhio umano.”
La Vril Gesellschaft era nota anche come "Alldeutsche Gesellschaft für Metaphysik", o anche Wahrheitsgesellschaft (Società per la Verità), il cui motto era: "Non tutto il Bene viene da lassù", e il cui simbolo era il profilo di una ragazza dai capelli acconciati a lunga coda di cavallo. L'anima di questa associazione era un gruppo di donne dotate dai pretesi grandi poteri medianici, capeggiato dalla ex medium della Thule Gesellschaft, Maria Orshich, nata a Zagabria, da padre croato e madre viennese. Maria era una pangermanista, il movimento politico che aveva come obiettivo principale l'annessione dell'Austria al Reich tedesco. Nel 1919 Maria si trasferì a Monaco, dove entrò in contatto con la Thule Gesellschaft, e subito dopo creò il suo circolo assieme a un'altra medium, Traute Anton. Traute era austriaca, ma visse a Monaco di Baviera, dove si iscrivesse alla Facoltà di Matematica e Fisica, divenendo allieva di W.O. Schumann, un altro membro della Thule Gesellschaft. Grazie a Schumann, entrò in contatto con la Thule e conobbe Maria Orshich, di cui divenne amica e collaboratrice. Von Sebonttendorf, il fondatore della Thule, quando la incontrò a Zagabria, si sentì parlare da lei dell'avvento del 'nuovo Sargon', il messia del male, che 'avrebbe restituito alla razza atlantidea il suo antico splendore'. La Orshich e Traute, nelle loro esperienze medianiche affermarono di ricevere messaggi, scritti in accadico, e disegni dagli alieni-ariani di Alpha Tauri, nel sistema solare binario di Aldebaran, nella costellazione del Toro, distante 68 anni-luce dalla Terra.
Nel dicembre 1919, i membri della Thule, della Vril e della DHvSS affittarono uno chalet nei pressi di Berchtesgaden, dove incontrarono per la prima volta Maria e Sigrun. Fu lì che Maria affermò di aver ricevuto dei testi in una lingua a lei sconosciuta, l'accadico, che contenevano i dati tecnici per la costruzione di una macchina volante. I messaggi venivano tradotti dall'accadico sia dal gruppo dei 'Panbabilonisti' della Thule, formato da Hugo Winckler, Peter Jensen e Friedrich Delitzsch, sia da altre due medium: Sigrun von Enstetten, figlia di uno junker prussiano e sorella di uno dei membri della Thule, oltre che aviatrice, e Gudrun Reinhardt, una bavarese nata nel 1901. Alle Vrilerinnen, le medium della Vril, si aggiunse Heike Lehmann, nata nel 1903 in Europa centrale; era una esperta di magia sessuale. Il segno di riconoscimento delle medium della Vril, delle Vrilerinnen, erano i lunghissimi capelli raccolti in una coda, elemento che per certe tradizioni esoteriche, fornisce forza medianica e mistica. I capelli sarebbero, infatti, antenne magiche e cosmiche ricettive dei messaggi degli alieni. Come elemento identificativo, i membri della Vril indossavano un distintivo a forma di disco che racchiudeva il profilo delle due medium, la bionda Maria e la bruna Sigrun.

Secondo le loro visioni, gli aldebarani avrebbero visitato l'antico medioriente, portando la civiltà che avrebbe fatto nascere l'Impero accadico, il primo impero della Storia, fondato da Sargon I. La Orshich, avrebbe ricevuto in seguito altri messaggi da Aldebaran, secondo cui la popolazione della stella sarebbe stata suddivisa tra il "Divino Popolo della Luce", ovvero gli alieni-ariani alti, biondi e dagli occhi azzurri, e le razze geneticamente degenerate. A causa della continua espansione della stella, gli alieni-ariani avrebbero abbandonato il pianeta di origine, 500.000 anni fa, e iniziato a colonizzare nuovi pianeti. Gli aldebarani dissero alla Orshich che la loro era una stella doppia; un dato che venne confermato nel 1997. Una volta giunti nel nostro sistema solare, avrebbero colonizzato il pianeta Mallona (Marduk), posto tra Giove e Marte, dove oggi esiste la fascia degli asteroidi; quindi avrebbero colonizzato Marte e la Terra, laddove diedero origine appunto all'impero accadico.
Secondo talune affermazioni, inverificabili, grazie ai messaggi degli aldebarani, la Vril Gesellschaft avrebbe costruito una macchina volante a forma di disco, la Jenseitsflugmaschine (Macchina Volante dell'Altro Mondo). Maria, Sigrun, Traute, Gudrun ed Heike, cominciarono a ricevere trasmissioni psichiche che dettavano diagrammi e schemi di avanzate macchine volanti, completati da dati matematici e fisici. Nel 1921, sarebbe giunto un modello di quello che in futuro venne chiamato "disco volante". Nel 1922, i membri della Thule e della Vril sostennero di aver iniziato la costruzione della Jenseitsflugmaschine sulla base dei messaggi psichici ricevuto dagli alieni di Aldebaran. Questa macchina sarebbe stata composta da tre dischi: uno centrale che fungeva da generatore e quelli superiore e inferiore che ruotavano in direzioni contrapposte, generando un campo magnetico. Tale campo, alimentato dal Prana o Vril, avrebbe creato un "buco bianco", permettendo al mezzo di accedere a un passaggio interdimensionale e di raggiungere Aldebaran. In effetti, tale 'disco volante' assomigliava ai Vimana, i 'Carri Celesti' descritti negli antichi testi indù del Bhagavad Ghita e del Ramayana. Schumann fu il responsabile del progetto, che a causa delle difficoltà finanziare, richiese tre anni prima che prendesse forma. Nel 1922, parti della macchina iniziarono ad arrivare da varie fonti industriali, pagate da Thule e Vril. Nel 1924 il progetto fu sospeso e l'ordigno immagazzinato dalla Messerschmitt ad Augusta. Nel 1937, sarebbe stata autorizzata la costruzione del RundFlugzeug, un velivolo discoidale per uso militare, destinato ai voli spaziali.
Alla fine del novembre 1924, Rudolf Hess, Schulte-Strathaus e Rudolf von Sebottendorff visitarono Maria; volevano mettersi in contatto con Dietrich Eckart, che era morto l'anno prima. Eckart era stato un membro della Thule Gesellschaft e mentore di Hitler stesso. Hess trovò snervante guardare Maria Orshich mentre ruotava all'indietro gli occhi e spalancare la bocca riversandosi sulla sedia. Tuttavia, Sebottendorff sorrise di soddisfazione sentendo la voce di Eckart, che annunciava un messaggio importante. Quindi una voce estranea si identificò come "un sumi, abitante di un mondo lontano, che orbita intorno alla stella Aldebaran, nella costellazione del Toro". Secondo la voce, i sumi erano una razza umanoide che aveva per breve tempo colonizzato la Terra, 500 milioni di anni prima. Le rovine delle antiche Larsa e Nippur Shurrupak, in Iraq, erano state costruite da loro. Coloro che erano sopravvissuti alla grande alluvione di Ut-napishtim (il diluvio di Noè) divennero gli antenati della razza ariana. Sebottendorff rimase scettico e chiese una prova. Mentre Maria era ancora in trance, scarabocchiò alcune righe con strani segni. Tali segni si sarebbero rivelati essere gli antichi caratteri della lingua sumera.

Nel 1925 la Thule Gesellschaft venne sciolta, e i suoi membri confluirono nel gruppo dirigente del partito nazista. Pochi anni dopo, Hitler avrebbe ufficialmente abolito tutte le società segrete, compresa la Vril, che però continuò a lavorare.
Nel dicembre 1943, Maria e Sigrun avrebbero partecipato a una riunione della Vril presso Kolberg. Lo scopo principale della riunione era affrontare il progetto "Aldebaran". Le medium avevano ricevuto informazioni precise riguardo i pianeti abitabili attorno ad Aldebaran, per pianificarvi un viaggio. Questo progetto fu nuovamente discusso il 22 gennaio 1944, in un incontro tra Hitler, Himmler, Schumann e Kunkel della Vril Gesellschaft. Si decise che lo Jäger-Vril 7 sarebbe stato inviato attraverso un canale interdimensionale, e alla velocità della luce, su Aldebaran. Almeno così si racconta. Secondo N. Ratthofer, un primo volo di prova ebbe luogo alla fine del 1944. Il volo quasi finì in un disastro, perché dopo il test, il velivolo sembrava "avesse volato per un centinaio di anni". Il suo rivestimento esterno sembrava invecchiato e aveva subito danni in più punti.
Al termine della guerra, quando i soldati dell'Armata Rossa, Spada e Scudo del Cuore della Terra, posero fine alla blasfema religione nazista conquistando Berlino, il gruppo delle medium si eclissò nel nulla. Maria Orshich scomparve l'11 marzo 1945, dopo aver inviato una lettera a tutti i membri della Vril Gesellschaft. La lettera si concludeva: "niemand bleibt hier" (nessuno è stato qui). Alcune fonti affermano che Maria, Sigrun, Traute, Gudrun, Heike ed altre 40 'Vril Damen' sarebbero andate su un altro pianeta con la Jenseitsflugmaschine o Andromeda Geräte. Altre fonti, parlano di una fuga ad Acapulco, dove l'ammiraglio Canaris avrebbe stabilito una base sottomarina nel 1945. Altri sostengono che nel 1943 le cinque medium della Vril fuggirono su un sottomarino, verso una base segreta nell'Antartide. In effetti, secondo varie fonti, diversi U-Boot e aerei di linea, in grado di volare per distanze molto lunghe, sarebbero scomparsi assieme a decine di milioni di marchi in lingotti d'oro e pietre preziose, mancanti dalla Reichsbank.

La Vril Gesellschaft sarebbe stata composta da Yogini, la forma femminile dello Yogi. Yogini è un termine che trova riferimento in vari testi relativi all'induismo e al buddismo, e il suo significato letterale sarebbe "Shaman" o Veggente di Saggezza (Rishika); quindi una Yogini avrebbe una mente salda, coltivata dalla ricerca disciplinata della trascendenza attraverso lo Yoga. Secondo il testo Hatha-Yoga-Pradipika, una Yogini è una donna iniziata che può controllare gli orgasmi dei propri genitali (Raja), dopo di che contiene il seme maschile (Bindu) attraverso la pratica del vajroli-mudra. Una donna dedicata alla ricerca della conoscenza spirituale e all'intuizione mistica, una Yogini, ha molti volti: da devozionale a pudica, da focosa a feroce.
La Yogini doveva saper avviare orgasmi multipli nel proprio corpo attraverso varie tecniche sessuali, al fine di potenziare il proprio 'Prana', come una batteria psichica, ed essere un 'vampiro sessuale' che sa suscitare un Lingam maschio a distanza, senza che lui ne sia consapevole, assorbendo il suo Vril o Prana per i propri fini. Tutti i membri femminili della Vril Gesellschaft, come l'acquatica Traute, l'aerea Gudrun, la terrena Heike, la focosa Sigrun e le altre sirene sessuali Yogini, furono battezzate Vrilerinnen dalla carismatica leader medianica Maria Orshich. Difatti, le Vrilerinnen erano descritte come uno stuolo di stupende ragazze, che si ribellarono ai tempi portando capelli molto lunghi a coda di cavallo, perché, come già detto, i capelli avrebbero funzionato come antenne cosmiche, facilitando il contatto con esseri extraterrestri. Una delle leader medianiche della Vril Gesellschaft, Sigrun, sarebbe stata un pilota che conosceva personalmente l'ammiraglio Canaris, direttore dell'Abwher, il servizio segreto militare del Terzo Reich.
Willy Ley, esperto missilistico tedesco che nel 1933 lasciò la Germania, affermò che i membri della Vril Gesellschaft ritenevano di potere manipolare quelle 'conoscenze segrete' che gli avrebbero permesso di divenire simili a quei semidei che vivrebbero all'interno della 'Terra Cava'. Nel 1947, Ley affermò "che [la società Vril] venne fondata letteralmente su un romanzo. ... Sì, le loro convinzioni erano fondate sul libro di Bulwer-Lytton. Essi sapevano che il libro aveva una funzione, Bulwer-Lytton aveva utilizzato quel mezzo per potere dire la verità su questo 'potere'. L'umanità sotterranea era un'assurdità, il Vril no. Probabilmente aveva permesso agli inglesi, che lo mantennero come un segreto di stato, di ottenere il loro impero coloniale. Certamente i romani lo avevano posseduto, chiuso in piccole sfere di metallo, che proteggevano le loro case, riferendosi a loro come Lari. Per i motivi che non sono riuscito a penetrare, il segreto del Vril potrebbe essere trovato contemplando la struttura di una mela, affettata a metà. No, non sto scherzando, queste cose mi sono state riferite con grande solennità e segretezza. Un tal gruppo è realmente esistito, stamparono persino un'unica edizione di una rivista con cui proclamavano il loro credo."
Articoli