La misteriosa missione della sonda Lunik-15 (1969)
Aldea Irreductible 21 luglio 2009
Traduzione di Alessandro Lattanzio
16 luglio 1969, alle ore 13:32, Cape Canaveral lancia l'undicesimo Apollo, con la missione di portare tre astronauti, Armstrong, Aldrin e Collins, sulla luna. Il lancio è un successo, e dopo aver lasciato la terra, prende una rotta di 375.000 miglia verso la Luna.
Dopo tre giorni di viaggio, il LEM-CSM (il modulo lunare e il modulo di comando), dopo una prima fase sul lato oscuro della Luna, si mette in orbita. Collins accende il motore principale per rallentare il veicolo spaziale abbastanza affinché la gravità lunare lo metta in orbita lunare.
Una volta che tutto fosse pronto, Armstrong e Aldrin scesero nel LEM (il famoso modulo chiamato "Eagle" per questa missione) e Michael Collins restò in orbita, sul modulo principale, ad una distanza di circa 100 chilometri dalla superficie. Questo è quando successe ...
Collins guardò attraverso la finestra e non poté credere a quello che i suoi occhi stavano vedendo: Una sonda russa in un'orbita lunare simile alla sua, così vicino che poté distinguerla perfettamente...
Si trattava della sonda russa Lunik-25 , lanciata in fretta dai sovietici pochi giorni prima dell'Apollo 11, in un chiaro tentativo di sottrarre pubblicità alla missione degli Stati Uniti.
La sonda Lunik-15, che fu lanciata il 13 luglio 1969, faceva parte del programma Lunik, una serie di sonde senza equipaggio, sviluppato da Sergej Korolov, e che erano destinati a orbitare attorno e a studiare la superficie della Luna. Tuttavia, il Lunik-15 era sospettosamente vicino e anche Collins dovette manovrare i comandi del modulo e deviare dall'orbita che era in programma.
La sonda russa ruotando in un'orbita di 100 x 129 km e a 25° di inclinazione, costituiva un vero pericolo per la missione Apollo in orbita a 112 km, ma che si aspettava scendesse a 99,4 km...
Mentre Collins seguiva con lo sguardo, sulla superficie Armstrong e Aldrin erano sbarcati in che quello che fu il passo da gigante per l'umanità famosa, diventando i primi uomini a camminare sulla Luna.
Dopo il momento storico, venne il momento della raccolta di campioni e degli esperimenti scientifici... Il risultato: 22 kg di rocce lunari, e l'installazione di diversi sistemi di misura, come ad esempio uno schermo in alluminio per intrappolare particelle del vento solare, un riflettore laser, con cui poter misurare con precisione la distanza dalla Terra alla Luna e, infine, un sistema sismometri così sensibili che percepivano i passi degli astronauti sulla superficie ... Al termine, i due astronauti ricevettero le istruzioni per tornare sul LM e riposare per qualche ora ... Tuttavia, qualcosa stava per disturbare il sonno ...
Durante questo periodo Collins non aveva potuto seguire tutta la missione e nella confusione perdette di vista la sonda Lunik-15... Si girò, guardò un paio di volte attraverso le finestre, ma la sonda era sparita ... qualcosa era successo ... Dopo un paio di ore di sonno su "Eagle", Armstrong e Aldrin furono svegliati da una scossa: i sensori dei sismografi balzarono alle stelle. Perplessi si guardarono e non capirono cosa stesse succedendo... Lassù sulla luna, erano soli ... la Luna non ha attività sismica e quell'impatto pieno di domande ... Forse un meteorite… Così vicino? La risposta arrivò un po' più tardi ... Lunik-15 si era schiantato a pochi chilometri dalla Base Tranquillità, più precisamente nella vicina pianura di "Mare Crisium".
La missione di Lunik-15 ancora oggi rimane un piccolo mistero ... Ufficialmente, la sonda doveva atterrare sulla Luna lo stesso giorno degli statunitensi e raccogliere campioni di suolo lunare per lo studio... Tuttavia, un errore nell'altimetro lo fece precipitare e bloccandosi proprio nelle ore in cui Armstrong e Aldrin camminavano sulla Luna.
Ufficiosamente, negli anni venne chiarito che era un tentativo sovietico, effettuato in fretta, di sottrarre pubblicità ad Apollo... un tentativo che, come molte sonde Lunik finì per schiantarsi sulla Luna. Ancora oggi le motivazioni esatte della missione russa che lasciano molte domande … Raccogliere dei campioni, ridurre la pubblicità e la propaganda dell'Apollo 11... Forse anche ostacolarlo?... La riluttanza della Russia ad aprire le informazioni di quei tempi di guerra fredda, non hanno contribuito a chiarire i fatti...
Articoli