Da destra a sinistra: G. Burdina, T. Pamyatnykh,
Valeria I. Khomyakova, V. Lisitsina
Aquile Rosse Breve Storia
Traduzione di Alessandro Lattanzio
Migliaia di donne e ragazze russe combatterono coraggiosamente per la loro Patria, servendo nella Voenno-Vozdushnie Sily (Aviazione Militare, in Russo). Nel 1942, tre reggimenti aerei erano formati da volontarie:
Il 586.mo Reggimento Caccia (inizialmente equipaggiato di Jakovlev Jak-1 e poi di Jak-7b)
Il 587.mo Reggimento Bombardamento Diurno (dotato di bombardieri bimotori Petljakov Pe-2)
Il 588.mo Reggimento Bombardamento Notturno, il famoso "Streghe della notte" (dotato dei biplani Polikarpov Po-2)
Molte altre donne erano integrate con gli uomini presso altre unità dell’aviazione. Per esempio, nel 1944, 1.749 ragazze operarono presso il Fronte Zabaikalsky, e 3.000 donne e ragazze presso la 10.ma Armata Aerea dell’Estremo Oriente, 437 donne operarono con la 4.ta Armata Aerea del Secondo Fronte Bielorusso che comprendeva il 46.mo Reggimento Aereo della Guardia che schierava 237 ufficiali, 862 sergenti e 1.125 militari, tutte donne e 2.117 ausiliarie. Operarono anche come navigatori e mitraglieri sui famosi cacciacarri Il-2 e Il-2M3 Shturmovik, le "Vasche Volanti".
Donne pilote dei reggimenti dell'Aviazione combatterono duelli aerei, spianando la via all’avanzata della fanteria e appoggiandola a terra con missioni di supporto. Le pilote da caccia del 586.mo IAP (abbreviazione Russa per Reggimento Aerei da Caccia) compirono un totale di 4.419 sortite (per pilota) e parteciparono a più di 125 battaglie aree separate, in cui sommarono un totale di 38 aerei abbattuti confermati. Questa era la sorte che subiva il nemico quando le incontrava.
Il sessismo nella V-VS era assai alto all’inizio, i piloti si rifiutavano di volare assieme alle pilote, o di volare su aerei riparati da meccanici donne e da serventi donne. Ma la spesso dimostrata superiorità, in coraggio e capacità di queste donne soldato provò che avevano una competenza superiore alla media nel compiere il loro dovere. L’URSS ha altamente apprezzato lo spirito combattivo delle pilote: a migliaia ottennero decorazioni e medaglie. 29 ebbero il titolo di Eroe dell’Unione Sovietica. 23 di queste erano le streghe della notte.
Combattendo e compiendo i loro compiti, ottennero il rispetto del loro nemico. In scontri individuali con i migliori piloti da caccia tedeschi, e con il pregiudizio dei loro compagni uomini, queste pilote di caccia furono, presto, capaci di ottenere le cinque vittorie necessarie per ottenere il titolo di asso dei caccia. La 1 AE era la migliore eskadrilla (squadrone) del 586.mo IAP, venne costituita da due reggimenti caccia nell’area di Stalingrado. La Starshina Lilja Litvjak e Katja Budanova vennero assegnate al 73.mo IAP e al 6.sto GvIAD (Divisione dell’Aviazione Caccia della Guardia) dell’8.va VA (Armata dell’Aviazione).
Le altre donne del 586.mo IAP vennero incaricate dell’Operazione Saturno e dell’operazione Urano dei Sovietici (l’eliminazione della 6.sta Armata tedesca a Stalingrado) durante il Novembre 1942. Principalmente incaricate del blocco aereo, per impedire alla Luftwaffe di effettuare i rifornimenti aerei, il 586.mo IAP affrontò il severo clima Russo, dando un contributo definitivo alla vittoria finale Sovietica a Stalingrado.
Le donne del 588 NBAP vennero incaricate nel sostenere l’offensiva invernale dei Sovietici a Stalingrado, volando sui loro biplani monomotori Po-2 bombardieri notturni. Volando a 100 metri di altitudine, queste pilote e i loro mitraglieri-puntatori potevano volare senza paracadute. Se i loro velivoli venivano danneggiati nelle missioni, avrebbero potuto atterrare nelle basi avanzate oltre le linee sovietiche, o avrebbero rischiato la vita se il loro aereo andava a fuoco, evento abbastanza frequente.
Queste donne, al di là delle ragioni della loro lotta, ottennero il rispetto dei loro avversari. I tedeschi iniziarono presto a chiamare le loro avversarie del 588.mo NBAP, "Streghe della Notte." Il 588.mo NBAP ricevette la designazione del servizio meritorio, per via delle perdite e venne elevata al nuovo titolo di 46.mo GvNBAP "Taman" (Reggimento dell’Aviazione da Bombardamento Notturno della Guardia).
Durante la battaglia di Kursk, nell’estate del 1943, che avrebbe rappresentato il collasso delle speranze della vittoria tedesca sul Fronte Orientale, fino all’assalto finale Sovietico a Berlino nel maggio 1945, le unità da combattimento femminili Sovietiche vennero impegnate nelle più pesanti operazioni di combattimento aereo della storia.
Altre donne, Come il tenente Anna Timofeeva Egorova GSS (Geroina Sovietskogo Sojuza, Eroina dell’Unione Sovietica) operò nel Kuban e in Crimea volando sul suo "Carro armato volante" l’Il-2. Anna Timofeeva Egorova, comandante e navigatore reggimentale del 805 ShAP (Shturmovick, Reggimento dell’Aviazione da Attacco al Suolo), fu la sola donna nell’unità in cui operò. Questa donna affrontò i peggiori scontri aerei della storia, contro lo JG-54 della Luftwaffe.

Alcune di queste donne si distinsero e ebbero posizioni di comando:
Comandanti del 586.mo IAP (Reggimento Caccia dell’Aviazione)
Lilja Litvjak - Comandante Pilota
Raisa Beljaeva - Comandante Squadrone
Tamara Pamyatnykh - Comandante Squadrone
Raja Surnachevskaja - Comandante Squadrone
Marija Kuznetsova - Comandante Squadrone
 
Comandanti del 587.mo BAP (Reggimento Bombardieri dell’Aviazione)
Kladija Fomicheva GSS - Comandante Squadrone
Marina Raskova GSS - Comandante Reggimento
Nadezhda Fedutenko GSS - Comandante Squadrone
 
Comandanti del 588.mo NBAP (Reggimento Bombardieri Notturni dell’Aviazione)
Evodokija Bershanskaja - Comandante Reggimento
Evgenija Zhigulenko
- Comandante Pilota
Tat'jana Makorova GSS - Comandante Pilota
Evdokija Nosal' GSS - Comandante Pilota
Nina Ul'janenko GSS - Navigatore Pilota
Vedasi i seguenti testi:
Soviet Airwomen in Combat In World War II di K. J. Cottam, Sunflower University Press, 1531 Yuma, Box 1009, Manhattan, KS, 66502-4228, 1-913-539-1888.
A Dance With Death di Anne Nogle, Texas A&M University Press, College Station, TX, 77843-4354.
Red Beauty, di Harold E. Stockton Jr., Snow Leopard Productions, P.O. Box 531, Round Rock, TX, 78681, 1-512-255-0016.
VVS