Il Ruolo della CIA nello studio degli UFO: 1947-90
Gerald K. Haines
Origini
L'interesse precoce della CIA, 1947-52
Il Robertson Panel, 1952-53
1950: L'interesse calante della CIA per gli OVNI
U-2 e OXCART della CIA come OVNI
Gli anni '60: la partecipazione declinante della CIA e l'accrescersi della controversia
Gli anni '70 e '80: Gli OVNI si rifiutano di morire
Note
Uno straordinario 95% degli statunitensi ha sentito, almeno, o letto qualcosa sugli Oggetti Volanti Non Identificati (OVNI), e il 57 % crede che siano veri.(1)
Gli ex Presidenti Carter e Reagan hanno dichiarato di aver visto un OVNI. Gli ufologi -un neologismo per studiosi di OVNI - e le organizzazioni private sugli OVNI si trovano in tutti gli USA. Molti sono convinti che il Governo USA, soprattutto la CIA, è coinvolta in una cospirazione massiccia e applica il cover up della questione. L'idea che la CIA nasconda le sue ricerche sugli OVNI, è stato un tema importante degli ufologi da quando il fenomeno OVNI moderno è emerso alla fine degli anni '40.(2)
Nel 1993, dopo esser stati pressati dagli ufologi per la pubblicazione delle informazioni aggiuntive della CIA sugli OVNI, (3) il DCI R. James Woolsey ordinò un altro esame dei documenti sugli OVNI delle altre agenzie.
Utilizzando le registrazioni della CIA compilate, questo studio rintraccia l'interesse della CIA e la sua partecipazione nella controversia OVNI dalla fine degli anni '40 agli anni '90. Ha esaminato cronologicamente gli sforzi dell'Agenzia per risolvere il mistero degli OVNI, i suoi programmi che avevano un impatto sulle osservazioni di OVNI, e i suoi tentativi di dissimulare la partecipazione della CIA nel dossier OVNI. Ciò che emerge da tale esame é che, quando l'interesse dell'Agenzia per gli OVNI era sostanziale alla fine degli anni '50, la CIA ha solamente dato una attenzione limitata e periferica al fenomeno.
Home